Fatto a mano, handle with care

 

Logo.Fatto a Mano-cmyk (carta da zucchero)Il Salone del Mobile, e soprattutto il Fuorisalone, si avvicinano a gran passo e l’edizione di quest’anno si preannuncia davvero spumeggiante! Nei prossimi giorni vi segnalerò le location e gli eventi più interessanti dedicati al mondo dei bambini, conto poi su di voi per foto e feedback 😉

Cominciamo con FATTO A MANO, handle with care un allestimento promosso da IT’S A MATTER OF KIDS che comprende una selezione di articoli dedicati all’infanzia il cui filo conduttore sono l’estetica estremamente semplice e la praticità associate a materiali di qualità, sapienza artigianale, amore e passione nel crearli. A fare da cornice all’evento sarà la bellissima boutique TEO, in Corso Concordia 9, e dove altrimenti? Teo, infatti è sinonimo di uno stile sobrio, mai eccessivo, il “no logo” insieme al “fatto a mano” sono il fil rouge di ogni articolo in vendita che l’equipe ricerca presso artigiani, piccoli laboratori italiani e stranieri, fino ad arrivare a creazioni proprie di maglieria e di accessori per la cameretta, con la possibilità di una personalizzazione totale.

cs3

Ecco un piccolo assaggio di quello che troverete a FATTO A MANO, handle with care

Ovviamente i prodotti di Teo Boutique, tra cui queste bellissime paperette.

cs3

Le creazioni di Le Pezze ovvero delle maxi sciarpe da usare perché no anche per avvolgere i più piccini, la particolarità? Sono da un lato in felpa, dall’altro in cachemire e impreziosite da una passamaneria fatta da tanti piccoli pom pom. A FATTO A MANO, handle with care troverete anche il maxi cuscino a forma di cane, bellissimo e perfetto per ogni ambiente della casa.

cs3

cs3

Le romanticissime borse di Le Grenier de Vivi, particolari perché create riutilizzando tessuti dimenticati e scovati tra i robivecchi della campagna francese.

cs3
cs3

Il bellissimo Scottish Terrier di Charlie e Lola (non l’avevo mai visto e ne sono innamorata persa!)

cs3

E ultime, ma non meno importanti, le creazioni di Moran Alhalel una textile designer israeliana che ha reinterpretato il concetto di mobiles, creando delle giostrine dalle forme classiche, materiali raffinati e colori pastello, delle semplici mollette in legno, inoltre, consentono di modificare la disposizione dei diversi elementi creando ogni volta giochi diversi.

cs3 cs3

Spero di avervi convinto, appuntamento quindi dal 9 al 13 aprile presso Teo Boutique, corso Concordia 9.

invito FATTO A MANO, handle with care

Annunci

Mes mini muses

3_en

Come mamma di maschietti soffro della sindrome “adoro i miei bimbi, non li cambierei per nulla al mondo, ma fare shopping per una bimba è indubbiamente più divertente e stimolante”, tanto da perdermi tra vestitini e accessori da bambina ogni volta che sono in giro per negozi e da sciogliermi quando vedo una bimba con un cappottino blu e un fiocchetto tra i capelli. Per una bambina adoro quello stile tutto francese estremamente delicato, molto romantico, indubbiamente bon ton fatto di stampe Liberty, colli arrotondati, colori tenui; con questa premessa potete immaginare la mia reazione quando ho scoperto la collezione di “Mes mini muses”.

5_en

Dopo dieci anni passati da Chanel, nel 2012 Emilie Maarek decide di mettere a frutto la propria esperienza e creare un atelier dove dar vita a piccoli accessori per bambine. Le sue mini muse sono Siena ed Ella Rose, le sue bimbe, ma importante è anche l’influenza che hanno avuto sul suo stile la moda francese e i numerosi viaggi nei diversi angoli del mondo.

col-claudine-malonn-3

La collezione “Mes mini muses” comprende una serie di colli perfetti per impreziosire e rendere speciale ogni outfit e dei deliziosi fiocchetti per capelli. Cosa ne pensate? Io li trovo perfetti, soprattutto pensando alle feste che si avvicinano a gran passo! Tra l’altro ho chiesto a Emilie se in futuro pensa di creare una mini collezione anche per maschietti e proprio quest’anno per la prima volta ci saranno anche dei papillon e delle cravattine!!! Ma di questo vi parlerò nei prossimi giorni, can’t wait!

pola 1

Se desiderate scoprire tutta la collezione “Mes mini muses” potete visitare il sito internet da cui è tra l’altro possibile fare acquisti.

81cb4d2dd4f62d4e38fba6ba33e354b9

002

Puella

puella 5

Finalmente un post dedicato alle bimbe (e anche alle loro mamme)! E’ da diverso tempo che desidero parlarvi di Puella… ho conosciuto Barbara, la creatrice di questi fantastici gioeilli e abiti, curiosando tra gli atelier di Finalborgo dove ho trascorso una settimana di vacanza lo scorso giugno. La sua boutique mi ha subito affascinta, piccolissima tanto da confonderla con la vetrina del negozio di fianco, tutta bianca, su una parete un ramo di legno a cui erano appesi degli abiti, chiaramente esemplari unici, sull’altra  tanti minuscoli gioiellini…Non ho saputo resistere e appena entrata mi è sembrato che il mondo si fermasse per un attimo e che, come per magia, mi trovassi nella casetta di una fatina.

Fotor091794441

Lo stile di Puella è estremamente romantico, ogni pezzo della collezione viene creato partendo da un tessuto, un pizzo, un ciondolo scovato nei mercatini d’antiquariato e a cui Barbara rida vita. La collezione per bambine è nata con le sue bimbe, Teresa e Anna Sole, ed è composta da delicati abitini, cappottini in tweed, cuffiette e caminicine dai colori estremamente neutri che si sposano con fantasie ispirate agli anni ’60.

Fotor09179547

Non so voi, a me piacciono moltissimo gli abiti vintage, ma li trovo difficilissimi da portare; quello che mi ha affascinato di Puella è che riesce a sposare perfettamente un taglio moderno a tessuti e fantasie un po’ retro, creando pezzi davvero unici e soprattutto preziosissimi!

Potete scoprire il mondo di Puella visitando il sito internet o la pagina Facebook.

Fotor09179595

Robe della Robi

01_robedellarobi_07_2013

 

Adoro i matrimoni per tantissimi motivi, uno fra tutti è che ti senti legittimato a comprare un vestito nuovo! Mi piace un sacco la scusa “e ma non posso rimettere quell’abito, lo indossavo alla cerimonia di tizio che sicuramente sarà presente al matrimonio di caio… e ci sarà probabilmente anche sempronio che  sono praticamente sicura di aver incrociato da tizio….”, da quando poi c’è Alessandro (e a breve anche il nuovo bimbo, non vedo l’ora!!!!) il divertimento è aumentato.

Tutto questo per dirvi che a fine agosto siamo invitati al matrimonio di uno dei migliori amici di mio marito e, visto che la panza è un ostacolo alle mie normali sessioni di shopping pre matrimonio, mi sono data all’esplorazione del web.

Robe della Robi è un simpatico negozietto che ho scovato su Etsy; Roberta è la mamma di Sandro e Carlo, ha scoperto la passione per ago e filo con la nascita dei suoi bimbi e ha deciso di avviare una vera e propria attività di creazione e produzione di abitini in parallelo alla professione di architetto.

05_robedellarobi_07_2013

Lo stile delle sue creazioni si ispira alla tradizione francese, Roberta ha studiato, infatti, a Parigi e qui ha vissuto per diversi anni per poi trasferirsi prima a New York, poi a Parma e infine a Treviso dove ha deciso di concretizzare il suo sogno e dare vita alla sua piccola attività. I suoi abiti sono estremamente semplici, ma raffinati allo stesso tempo; i materiali che utilizza maggiormente sono il lino e il cotone. Bellissima anche la collezione di giochi in tessuto, la pista per le macchinine da viaggio è senza dubbio il mio pezzo preferito!

11_robedellarobi_07_2013

Le creazioni di Roberta le trovate su Etsy, ma potete scoprire il suo mondo attraverso il blog e la pagina Facebook.

03_robedellarobi_07_2013

 

09_robedellarobi_07_2013

07_robedellarobi_07_2013

 

 

 

08_robedellarobi_07_2013

 

Ancora quattro settimane

Sono emozionatissima e allo stesso tempo un po’ agitata, mancano, infatti, esattamente quattro settimane alla nascita del mio bimbo. In questi ultimi giorni ho cominciato a tirare fuori e lavare i pigiamini e body di Alessandro (Quanti ricordi! un paio di lacrimucce sono scese, ma è sicuramente colpa degli ormoni ;)) e domani andremo finalmente a ritirare il lettino.

Oggi desidero proporvi una piccola selezione di abitini e oggettini che ho trovato qua e la. Ancora una volta chiedo scusa alle mamme di bimbe, la deformazione professionale mi porta a focalizzarmi soprattutto su azzurrini e blu.

 

Fotor071210283

 

1. Bavaglia disponibile nella boutique down home amy 2. Gioco da appendere disponibile nella boutique sisters dream 3. Aden+Anais, Set da 2 swaddels Twinkle disponibile su Kiddy Kabane

Fotor0712104333

 

1. Maglioncino disponibile nella boutique Tender blue 2. Giochino in legno disponibile nella boutique Nihamaj 3. Baby’s Only, Carillon Sky Star

Fotor0712110011

 

1. Tutina disponibile nella boutique Tender blue 2. Elefantini disponibili nella boutique Bannor Toys 3. Cubetti con le lettere (forse per questi è un po’ presto per un bebè, ma mi piacevano tanto) disponibili su Little sapling Toys

I sandali con le impronte di Kiko Ashiato

e3a10d4df42ce4bb1323e383d730005c

Non vi ho ancora raccontato delle prime vacanze al mare di Alessandro… sono state a dir poco meravigliose! All’asilo è impossibile portarlo via dalla vasca con la sabbia per cui la spiaggia era un vero e proprio paradiso, inoltre ha fatto amicizia con tutti gli ospiti dello stabilimento visto che era non voleva saperne di stare sotto al suo ombrellone.

In una piccola libreria per bambini di Finale Ligure ho visto in vetrina questi zoccoli di Kiko Ashiato prodotti da Kiko+ e ispirati ai tradizionali zoccoli giapponesi; lì per lì ho pensato che dovessero essere scomodissimi e soprattutto pesanti per dei bambini, per cui sono passata oltre. Qualche giorno dopo arrivo in spiaggia e vedo delle orme giganti di gatto che arrivavano fino al mio ombrellone… coincidenze… la bambina che occupava la sdraio di fianco alla mia si era fatta regalare i famigerati sandali, non ho saputo resistere, l’ho bombardata di domande a cui lei è stata felicissima di rispondere. Le infradito sono ovviamente da usare sulla sabbia altrimenti il gioco delle orme viene meno, la gomma della suola consente di non scivolare ad esempio in doccia o comunque nelle zone comuni asfaltate, per la bimba erano un gioco divertente, per la mamma uno strumento utilissimo per ritrovarla. Esistono diversi animali in diversi colori: il gatto rosa, la scimmia arancione, il geco viola, il dinosauro verde…

Se siete interessati, le trovate su The Li’l Market.

Fotor0709112055

Fotor070911294

The Royal Baby

 

 

 

 

 

timthumb

La febbre per l’arrivo del Royal Baby ha preso anche me! Gli inglesi sono davvero straordinari quando si tratta di creare gadgets e anche in questa occasione non hanno saputo resistere (e come dargli torto!); di solito sono all’insegna del kitsch, ma curiosando in rete ho trovato regalini davvero simpatici per bimbi che nasceranno lo stesso anno del HRH.

Fotor0701143757

 

1.Marie Chantal; 2. Scamp Baby Gifts; 3. Highgrove; 4. Babies with babies.

Tra l’altro, se anche voi non sapete resistere, domenica prossima, il 7 giugno, alle 21h00, va in onda su BBC Knowledge (canale 332 di Mediaset Premium) “I segreti della nursery reale”, un documentario che vi permetterà di curiosare nelle stanze dove i bimbi reali nascono, dove crescono e dove imparano a diventare re e regine.

 

Fotor0701142720

 

1. Toto Knits; 2. Royal Collection Trust; 3. My 1st year; 4. Milly Green.

Per il mio bimbo ho già messo gli occhi sulla maglietta “Born to Rule, Live to Ride” e sul pigiamino con la divisa delle guardie reali, cosa ne pensate?