Sack’n Seat

Da tempo desidero parlarvi di un simpatico oggettino che ho comprato, se non ricordo male, quando sono scesa a Milano a Natale. Credo sia capitato praticamente a tutti di mangiare in un ristorante dove non ci fosse un seggiolone a disposizione o semplicemente a casa di amici senza figli o con bimbi ormai cresciuti, in questi casi diventa sempre complicato far mangiare il bebè di turno e soprattutto il povero papà si ritrova declassato a seggiolone con tutto quello che può comportare, macchie in primis.

sack-n-seat-colours_210111

Dopo aver provato il seggiolino della Chicco (quello che si aggancia al tavolo), ho deciso che non era decisamente la soluzione adatta a me: ingombrante, difficile da fissare, poco stabile per un bambino come Alessandro che non sta fermo un secondo. Curiosando qua e là tra internet e negozi, ho trovato questa alternativa: Sack’n Seat. Si tratta di un piccolo “seggiolone” in tessuto che si ripiega in un sacchetto di dimensioni davvero contenute, tanto da poter essere tranquillamente messo in borsa e portato con sé in ogni situazione (pesa solo 180 gr!). Ma andiamo con ordine….

Come funziona? E’ davvero semplicissimo! Sack’n Seat si adatta ad ogni tipo di sedia, basta fissare la parte posteriore allo schienale e allacciare le apposite cinghie al di sotto della seduta. Il bimbo si siede all’interno e deve essere lega sua volta legato con altre cinghie.

sacknseat

Può essere utilizzato da bambini che sono già in grado di stare dritti da soli dal momento che non ci sono protezioni laterali rigide, e fino al raggiungimento dei 20 kg.

E’ leggermente imbottito in modo da garantire una seduta confortevole anche sulle sedie più dure ed è disponibile in diversi colori e fantasie.

In cotone, 50%, e poliestere, 50%, può essere lavato in lavatrice a 30°. Confesso di non aver contato il numero di volte che l’ho lavato, ma posso assicurarvi che sono davvero tante, il rosso è sempre brillante e non si è ristretto o deformato.

sack-n-seat-5

L’unico svantaggio che in alcune occasione mi ha creato qualche problema….A volte la sedia è troppo bassa rispetto al tavolo di conseguenza Alessandro non arriva facilmente al piano. Diversi siti assicurano che è possibile mettere un cuscino tra Sack’n Seat e la sedia e fissarlo con le cinghie in modo che non scivoli, per quanto mi riguarda non trovo questa soluzione sicurissima. In ogni caso anche in queste occasioni Sack’n Seat si è rivelato un validissimo alleato: semplicemente posizionavo la sedia di Alessandro davanti alla mia e… speravo di non avere una camicia bianca!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...